yannick_alleno

Yannick Alléno, ok. Ma chi celebra i nostri cuochi?

Lo chef Yannick Alléno è stato omaggiato a Grinzane Cavour: super premiato, inarrivabile, "esotico". E quelli italiani?

Yannick Alléno è un grande chef, e nessuno lo discute. Tenta di fare la scalata su Alain Ducasse, con il suo mega gruppo imprenditoriale, ed è anche colui che ha dato nuova vita al Pavillon Ledoyen di Parigi, facendolo diventare quello che per molti è oggi il più lussuoso ristorante della città. Sempre in tema […]

massimo-bottura-per-anders-jorgensen

Perché la laurea di Bottura è diversa dalle altre

Una laurea ad honorem che riconosce un progetto culturale unico tra i cuochi italiani. Ecco perché oggi è "the best".

Non capita spesso, in Italia, di vedere attribuiti riconoscimenti accademici a personaggi del mondo della gastronomia. Meno che mai a cuochi. Ma sarebbe un grave errore confondere la Laurea ad honorem che verrà attribuita stasera a Massimo Bottura con uno di questi.

pasta_cucina_vintage

Cucina vintage?

Cosa sta succedendo alla nostra ristorazione, a forza di guardare avanti cercando radici e di tornare alle origini del prodotto.

Siamo nell’epoca del vintage, del ritorno al passato, della nostalgia e della rievocazione. E in cucina cosa succede? Potremmo dividere la realtà in due parti: la ristorazione e la cucina di casa. La prima vede un ritorno alla semplificazione, ai concetti (e alle parole) che richiamano la casa, il casalingo, la famiglia e la trattoria. […]

enigma_interno_cibario

Enigma, il non ristorante di Adrià

Il racconto dettagliato di una delle primissime esperienze nel nuovo progetto gastronomico di Albert Adrià.

Se Enigma era, Enigma è rimasto. La sensazione alla prima visita del nuovo ristorante di Albert Adrià, fratello di Ferran, è quella di un luogo complesso che non si svela ancora del tutto in attesa di prendere ulteriori forme. Se era difficile a suo tempo confrontare El Bulli con altri ristoranti di alto livello risulta […]

dos_pebrots

Oltre El Bulli, o dell’originalità di Dos Pebrots

Dalle mani di Albert Raurich nasce una cucina inedita. Dove? Al Dos Pebrots di Barcellona.

Di tutte le esperienze gastronomiche più recenti non c’è dubbio che quella proposta da Albert Raurich sia una delle più originali. I “bullisti” della prima ora lo ricorderanno a Roses in forza alle cucine di Adrià, di cui fu il timoniere per una decina d’anni. Ma il Bulli ha chiuso da più di cinque anni […]

mangiare_da_soli

Mangiare da soli

6 ristoranti tra Firenze, Torino e Roma in cui mangiare senza compagnia non diventa un motivo di imbarazzo.

Chi si trova a viaggiare frequentemente per lavoro (che più che un’occasione è una vocazione) e a non farlo in gruppo si sarà spesso trovato, come succede a me, a dover organizzare cene qua e là senza poter godere di buona compagnia. Una cosa che, devo dire, detesto abbastanza perché non c’è atto più sociale […]

hamburger_fast_food

Apre ma non “sfonda”? McDonald’s a Roma…

Le difficoltà della catena a Roma e nel Centro-Sud fanno pensare a un'incompatibilità culturale con il modello del fast food.

Le polemiche sull’avvenuta apertura del nuovo McDonald’s di Borgo Pio a Roma, a due passi da piazza San Pietro, hanno riempito le pagine dei giornali nelle ultime settimane. Forse perché a Roma, a parte la storica apertura di Piazza di Spagna di ormai trent’anni fa, la maggior parte dei fast food della nota catena ha aperto […]

cib_cucina_vecchia

Anno nuovo cucina vecchia

Poco movimento, poche idee: l'alta cucina (italiana come internazionale) sembra ferma al palo.

Era un po’ che stavo ragionando su questo tema quando mi sono imbattuto nella copertina del settimanale L’espresso in edicola e nell’interessante proposta di analisi di ciò che sta accadendo al mondo occidentale e del suo ritorno al passato. E mi son detto: “Ohibò, guarda quante analogie: ecco che ancora una volta la cucina è […]